Bar Civico 28 di Giulia Marini

Bar Civico 28 Magliano Sabina facciata localeEra il 1985 quando Francesco Marini e sua moglie Francesca rilevarono il locale dello zio Fidaldo, da tutti soprannominato Pipperi, che si affacciava sulla piazza principale di Magliano.

E proprio osservando zio Pipperi, Francesco, ancora ragazzo, imparava senza saperlo quello che sarebbe diventato il suo mestiere.

Dopo il bar della piazza, l’attività della coppia si è trasferita nel punto di ristoro della stazione FS Civita Castellana – Magliano Sabina, per poi ritornare definitivamente in paese, nella centralissima Via Roma, al Civico 28, indirizzo e insegna dell’attuale locale.
E intanto la famiglia cresceva…

Dei tre fratelli, Giordano, Cristiano, Giulia, la minore, proprio lei, dopo il diploma e qualche esperienza lavorativa, ha deciso di seguire le orme dei genitori.
Ed oggi la troviamo qui, sempre pronta a servire la clientela e a dare informazioni utili a chi arriva a Magliano per la prima volta.

Come per tutti i bar di Magliano, in questo locale gli ospiti del nostro Ostello hanno a disposizione un coupon per la prima colazione.

Bar Civico 28 di Giulia Marini
Via Roma, 28
02046 Magliano Sabina (Rieti)
+39 0744.91819
+39 320.6468447

Bar Civico 28 – colazione, pranzo, cena

Quello che offriamo lo facciamo qui, a mano – dice Giulia dai grandi occhi, che brillano di soddisfazione – Io apro la mattina presto e preparo le colazioni, sia per la clientela abituale che per gli avventori occasionali, come gli ospiti dell’Ostello, che si trova proprio di fronte a noi.

La mia specialità è il ciambellone e tutto il resto è opera di mamma, alla quale, quando il lavoro lo permette, do una mano in cucina.”.

“Tutto il resto” è davvero tanto. Perché qui la colazione diventa un rito e sono molte le specialità appena sfornate pronte da gustare: crostate e crostatine con marmellate diverse fatte in casa, ciambelline e biscotti di vario tipo, cornetti semplici o ripieni di crema, cioccolato, confetture… e, naturalmente, il ciambellone.

Chi preferisce il gusto salato trova sempre la pizza bianca o al pomodoro o alle verdure di stagione e poi i tramezzini appena fatti.

Giulia MariniBanco cafféColazione al bancoColazione al tavoloLe crostateBanco dei dolciCiambellone al cioccolato

Oltre alle colazioni, il Civico 28 offre pasti completi, a pranzo e a cena, per 10 euro: primo, secondo, contorno, acqua. Nulla in atmosfera protetta o modificata, niente di precotto o preconfezionato, ma autentici piatti casalinghi, anche a portar via.

Le fettuccine sono fatte a mano, le carni sono locali, le verdura acquistate fresche ogni giorno, il pane è quello di Teresa – racconta Giulia –  E’ tutto semplice e gustoso, come mangiare a casa. Chi viene… torna, sempre.
Abbiamo clienti abituali e gente di passaggio, chi lavora va di fretta, altri hanno più tempo, come i turisti che la sera si fermano da noi prima di rientrare all’Ostello. Approntiamo anche piatti espressi per vegetariani.”.

Il menù cambia ogni giorno e viene indicato sulla lavagnetta posta all’esterno del locale. Rispetta il ciclo delle stagioni e offre materie prime sempre fresche e della zona, cucinate secondo la tradizione gastronomica della Sabina.

Il giovedì, come da tradizione, si preparano gli gnocchi al ragù, cominciando dalle patate… E’ un piatto sempre molto apprezzato, al pari della faraona alla leccarda. In base al periodo Francesca prepara supplì ed altri fritti, come le verdure, che vanno a ruba, anche da asporto, soprattutto i carciofi.

La domenica è il giorno delle famiglie che decidono di pranzare qui o prenotano alcuni piatti o l’intero menù a portar via. Lo stesso avviene in caso di compleanni o altre feste familiari. In queste ricorrenze, la torta è d’obbligo e anche in questo Francesca ha proposte interessanti, come zuppa inglese, tiramisù, crostate.

SalaTavoli esterniLiquori della casaI coniugi MariniCono cioccolato nocciola e pannaTenda di tappi fatta da Francesco Marini

Dolci e liquori delle feste

Ad ogni festa indicata nel calendario, il Bar Civico 28 risponde con i dolci tradizionali.

A Carnevale si preparano le frappe e i bigné fritti con la crema; a San Giuseppe i classici bignè per la festa del papà preparati con una pastella di riso, latte e spezie. A Pasqua si  infornano le pizze salate ai formaggi di zona e le pizze dolci. Nei mesi invernali troviamo i tradizionali biscotti e i dolci natalizi, come il pampepato.

Francesca il 23 giugno, giorno dedicato a San Giovanni prepara il nocino che viene bevuto a Natale e di recente confeziona un liquore all’alloro, molto apprezzato come digestivo.

Per i dolci che richiedono il liquore, come ad esempio la zuppa inglese – spiega Giulia – si utilizza quello preparato da papà, composto dai prodotti di un’antichissima distilleria viterbese e miscelati secondo la ricetta degli anni ’80 di sua invenzione.”.

Gelati e semifreddi: frutta e creme

Qui siamo nel regno di Francesco Marini, che ancor oggi utilizza la gelatiera di 70 anni fa, quella dello zio Pifferi, da cui ha imparato come produrre i gelati, partendo sempre da materie prime freschissime.

Gelati alla frutta: fico d’india (di un bellissimo colore rosa), fichi, melone, ananas, fragola, pesca e tutti gli altri frutti che la stagione calda mette a disposizione.

Gelati alle creme: cioccolato nero di Modica, biscotto, Nutella pura, mandorla, amaretto, caffè (stessa miscela di famiglia utilizzata per gli espressi), nocciola del viterbese, pistacchi siciliani, pinoli, ecc…
Per la frutta secca non si usa un preparato industriale, ma puri “pestati” genuini, senza conservanti, utilizzabili anche in cucina, per piatti salati.

Aperitivi

L’ora dell’aperitivo è caratterizzata dalle richieste di semplici analcolici o prosecco, cui seguono Aperol Spritz, Campari Spritz, Aperol Tass (Aperol e cedrata Tassoni), Negroni ed altri cocktail shakerati da Giulia ed accompagnati da stuzzichini vari.

Giulia si accomiata sorridendo: “Negli ultimi anni, anche grazie all’Ostello Magliano Sabina, la clientela è aumentata e diversificata. C’è un’aria nuova, un clima di apertura e internazionalità, che si traduce in conoscenza reciproca, cordialità, a volte amicizia… un bene per il nostro comune e il nostro territorio, dove c’è ancora molto da scoprire!”.

 

Interviste e testi a cura di Sara Grita
Web writer per blog, piattaforme, social diversi, autore testi per documentari TV, ufficio stampa. Vive a Magliano Sabina. sara.gritapalombelli@gmail.com

 


Bar Civico 28 di Giulia Marini

Via Roma, 28
02046 Magliano Sabina (Rieti)
+39 0744.91819
+39 320.6468447

Orario invernale: tutti i giorni, ore 07.00 – 22.00
Orario estivo: tutti i giorni, ore 06.30 – 24.00… ed oltre

Free Wi-Fi