Antico Borgo di Foglia, frazione di Magliano Sabina

Inserita a pieno titolo tra i Borghi più belli d’Italia, questa piccola e unica frazione di Magliano Sabina è caratterizzata dalla presenza di Palazzo Orsini, di epoca medievale, di Palazzo Valignani-Orsini, sorto in epoca rinascimentale e della chiesa di Santa Maria Assunta, edificata nel XVI secolo, al cui interno si trovano affreschi risalenti ai secoli XVII e XVIII.

Il Borgo di Foglia, popolato da una quarantina di abitanti, è suggestivo e invita a passeggiare tra le sue vie.

Gli affacci sono tra i più diversi e comprendono un’ampia vista sul fiume Tevere, in particolare sull’antico approdo di Porto Sant’Agata, di epoca romana, sul profilo del Monte Soratte e, più in lontananza, sul profilo dei monti Sabatini e Cimini.

 

“Al viaggiatore che percorre l’autostrada del Sole da Roma verso Firenze, dopo l’area di servizio Flaminia Est, quasi d’improvviso, situato su uno sperone tufaceo, appare il Castello di Foglia. Un ritorno al passato sulla strada della modernità.” – Guido Poeta, scrittore, responsabile Archivio storico Magliano Sabina

Escursione nell’ambiente naturale circostante

Attraverso via Romana, la strada principale che percorre il paese, ci si inoltra nell’ambiente naturale in cui il Borgo di Foglia è incastonato. Percorrendo la strada di San Sebastiano, in località Madonna del Rovo, si trovano tombe che testimoniano insediamenti dei Falisci, popolazioni di ceppo italico antecedenti ai Romani.

Più avanti ci si imbatte nei resti di un’antica villa romana, detta Villa San Sebastiano, che ha restituito numerosi reperti dell’epoca, oggi esposti nel Museo civico archelogico di Magliano Sabina.

Di lì a poco, si entra nel “Bosco di Foglia”, che ha un’estensione di 40 ettari. La vegetazione è caratterizzata da esemplari di querce secolari, lecci e cerri e da una profusione di fiori spontanei, tra cui orchidee di vari colori.
è Tra le specie vegetali commestibili, da segnalare la presenza di asparagi selvatici e funghi.

Come fare le escursioni

Puoi visitare in autonomia il Borgo di Foglia, che dista dal centro di Magliano meno di 8 Km.

Oppure, se preferisci un’escursione sportiva, con guida naturalistica, chiedi alla reception dell’Ostello Magliano Sabina.

Possiamo organizzare:

  • un facile trekking
  • una passeggiata a cavallo
  • un’escursione in canoa sul Tevere.

Il Borgo di Foglia e i suoi prodotti

Spicca fra tutti il caratteristico olio extravergine della Sabina (DOP), seguito dal parimenti apprezzato vino (DOP).

Oltre agli asparagi e ai funghi già citati, sono rinomati i fagioli coltivati in questa zona.

Rosmarino, finocchio selvatico, mentuccia, aglio, pancetta e guanciale, diversamente abbinati,  sono gli ingredienti base per alcuni piatti tipici:

  • fettuccine condite con pancetta, asparagi e pomodoro
  • lumache piccanti in olio extra vergine della Sabina, aglio, finocchio selvatico, mentuccia e peperoncino
  • strozzapreti piccanti
  • “frascarelli”, piatto a base di farina, uovo, acqua, conditi con pomodoro, cipolla, guanciale.

Lascia un commento